Una selezione delle esperienze di IA.ING

in continuo aggiornamento
  • Modellazione idraulica reti di distribuzione idrica con WDNetXL di IDEA-RT
    Servizi di ingegneria e assistenza tecnica
  • Modellazione idraulica reti di distribuzione idrica con MIKE URBAN by DHI
    Servizi di ingegneria e assistenza tecnica
  • Modellazione tramite WEST for OPTIMIZATION by DHI
    Progettazione, Direzione Lavori, CSP/CSE, Collaudi
  • Modellazione idraulica bidimensionale reticolo idrografico
    Progettazione, Direzione Lavori, CSP/CSE, Collaudi
  • Progetto per la costruzione di silos per carico e scarico di fanghi disidratati ed opere impiantistiche connesse all’inserimento nelle linee di processo esistenti
    Progetto per la costruzione di silos per carico e scarico di fanghi disidratati ed opere impiantistiche connesse all’inserimento nelle linee di processo esistenti
    Progettazione, Direzione Lavori, CSP/CSE, Collaudi
  • PROGETTO “GUARDIANI DELLA COSTA”
    PROGETTO “GUARDIANI DELLA COSTA”
    Altro
  • Diagnosi energetica del palazzo comunale e della scuola media del comune di Martano (LE)
    Diagnosi energetica del palazzo comunale e della scuola media del comune di Martano (LE)
    Servizi per la gestione dell'energia
  • IUS_OPTI_MA
    IUS_OPTI_MA
    Attività di ricerca industriale
  • Opere di mitigazione idraulica e idrogeologica della Lama Bonasiere
    Opere di mitigazione idraulica e idrogeologica della Lama Bonasiere
    SIA, PMA, Analisi idrologiche e di compatibilità idraulica
  • Realizzazione del prolungamento della condotta sottomarina e recapito finale degli impianti di depurazione di Bari Ovest e Bitonto
    Realizzazione del prolungamento della condotta sottomarina e recapito finale degli impianti di depurazione di Bari Ovest e Bitonto
    SIA, PMA, Analisi idrologiche e di compatibilità idraulica
  • Progettazione esecutiva per il “Potenziamento ed estendimento della rete idrica di Lecce”
    Progettazione esecutiva per il “Potenziamento ed estendimento della rete idrica di Lecce”
    Servizi di ingegneria e assistenza tecnica
  • Progettazione esecutiva relativa ai lavori di potenziamento dell’impianto di depurazione di Oria (BR)
    Progettazione esecutiva relativa ai lavori di potenziamento dell’impianto di depurazione di Oria (BR)
    Servizi di ingegneria e assistenza tecnica
  • Interventi di mitigazione del rischio idraulico lungo il canale “Infocaciucci”
    Interventi di mitigazione del rischio idraulico lungo il canale “Infocaciucci”
    Servizi di ingegneria e assistenza tecnica
  • Attività di videoispezione per consorzio ASI di Lecce
    Attività di videoispezione per consorzio ASI di Lecce
    Ricerca e ispezione di perdite idriche e fognarie
  • Ingegnerizzazione delle reti idriche per AQP S.p.A.
    Ingegnerizzazione delle reti idriche per AQP S.p.A.
    Ricerca e ispezione di perdite idriche e fognarie
  • Attività di rilievo su campo
    Attività di rilievo su campo
    Rilievi e implementazione di GIS e Geodatabase
  • Rete idrica e fognaria di Porto Cesareo
    Rete idrica e fognaria di Porto Cesareo
    Verifica dei progetti ai fini della validazione
  • Centrale a Biomasse Enterra S.p.A
    Centrale a Biomasse Enterra S.p.A
    Progettazione, Direzione Lavori, CSP/CSE, Collaudi
  • Comune di Latiano, mitigazione del rischio idraulico
    Comune di Latiano, mitigazione del rischio idraulico
    Progettazione, Direzione Lavori, CSP/CSE, Collaudi
modellazione WDNetXL
modellazione WDNetXL
Modellazione idraulica reti di distribuzione idrica con WDNetXL di IDEA-RT

L’attività ha visto la realizzazione di diversi modelli idraulici nell’ambito di un progetto di vasta scala finalizzato alla distrettualizzazione, il controllo delle pressioni ed il monitoraggio delle grandezze idrauliche nelle reti idriche del territorio pugliese. Tali modelli sono stati realizzati tramite il software WDNetXL di IDEA-RT. La modellizzazione idraulica realizzata è risultata innovativa ed avanzata consentendo l’analisi del funzionamento realistico di sistema per le diverse attività di pianificazione e gestionali. Tra gli elementi innovativi si evidenzia la valutazione delle perdite idriche volumetriche a livello di singole condotte in funzione dello stato pressorio; la valutazione delle condizioni di pressione insufficiente per il corretto servizio all’utenza.

Categorie :
Servizi di ingegneria e assistenza tecnica
Skills :
distrettualizzazione, modellazione, puglia, rete idrica, WDNetXL
modellazione MikeUrban
modellazione MikeUrban
Modellazione idraulica reti di distribuzione idrica con MIKE URBAN by DHI

L’attività ha visto la realizzazione di un modello idraulico, integrato in ambiente GIS, per una rete idrica di distribuzione di un comune Lombardo. Lo studio modellistico ha previsto la realizzazione di un modello calibrato che ha permesso sia un’attenta analisi dello stato di fatto della rete idrica sia la successiva progettazione di distretti idraulici. Questi ultimi permettono sia il monitoraggio delle grandezze idrauliche sia il controllo delle pressioni ma anche la riduzione e il controllo delle perdite idriche.

Categorie :
Servizi di ingegneria e assistenza tecnica
Skills :
dhi, MikeUrban, reti
Modellazione tramite WEST for OPTIMIZATION by DHI

Categorie :
Progettazione, Direzione Lavori, CSP/CSE, Collaudi
Skills :
dhi, modellazione, west, westforoptimization
Modellazione idraulica bidimensionale reticolo idrografico

Nell’ambito dello studio idrologico e idraulico sugli effetti degli eventi di piena del canale xx, nel territorio di Taranto, è stato realizzato un modello idraulico con geometria bidimensionale. Per mezzo del software HEC-RAS 5.0.4, è stata propagata l’onda di piena sulla base di un rilievo LIDAR rielaborato anche con rilievi in campo al fine di ottenere una configurazione geometrica aderente alla realtà.

Le risultanze hanno permesso di valutare, anche all’interno dei centri abitati, l’effettivo stato di rischio connesso a fenomeni di allagamento.

Categorie :
Progettazione, Direzione Lavori, CSP/CSE, Collaudi
Skills :
hec-ras, idraulica, lidar, modellazione
Ortofoto del depuratore
Ortofoto del depuratore
Progetto per la costruzione di silos per carico e scarico di fanghi disidratati ed opere impiantistiche connesse all’inserimento nelle linee di processo esistenti

L’intervento consiste nella progettazione di un silo per carico e scarico dei fanghi disidratati ed opere impiantistiche connesse all’inserimento nelle linee di processo esistenti in un impianto di depurazione della provincia di Taranto.
Il silo fanghi sarà utilizzato per lo stoccaggio dei fanghi in uscita dal trattamento di disidratazione, nel caso del depuratore di Monteiasi in uscita dalle nastropresse. La realizzazione e l’utilizzo del silo di accumulo temporaneo del fango disidratato, idoneo al carico “veloce” di bilici gommati,  ottimizzerà sia i costi di gestione sia dei costi di trasporto del gestore.

Categorie :
Progettazione, Direzione Lavori, CSP/CSE, Collaudi
Progetto “Guardiani della costa” – Classi Terze del Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” Maglie
Progetto “Guardiani della costa” – Classi Terze del Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” Maglie
PROGETTO “GUARDIANI DELLA COSTA”

IA.ING ha svolto un’attività di formazione nell’ambito del Progetto “Guardiani della costa” presso il Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” di Maglie. Guardiani della Costa è il progetto promosso da Costa Crociere Foundation e rivolto a studenti e docenti degli istituti secondari di secondo grado delle classi terze, quarte e quinte per preservare la qualità ambientale delle coste italiane.

Il progetto Guardiani della Costa ha lo scopo di sensibilizzare gli studenti, i giovani e i cittadini all’unicità del patrimonio naturalistico delle coste italiane, oltre ad aumentare la consapevolezza sui problemi derivanti dall’inquinamento marino, dall’aumento dei rifiuti marini lungo le coste, le spiagge e il mare.

IA.ING, in virtù delle proprie esperienze nell’ambito dell’ingegneria idraulica e ambientale, ha svolto una presentazione in merito a tematiche ambientali con gli studenti delle classi terze. Sono state introdotte definizioni quali ambiente e componenti ambientali, effetto serra, buco dell’ozono, impatti ambientali ed esempi di valutazione di impatto ambientale sulle componenti paesaggio ed ecosistemi. Sono stati introdotti i concetti base relativi al funzionamento dei sistemi fognari, degli impianti di depurazione e delle condotte sottomarine di scarico dei reflui. Il tutto è stato reso anche in chiave pratica mediante “box educativi”, illustrando buone pratiche per il rispetto dell’ambiente, in luogo di comportamenti sbagliati che si adottano, talvolta inconsapevolmente, ogni giorno.

Categorie :
Altro
Comune di Martano (LE)
Comune di Martano (LE)
Scuola Media C. Antonaci – Martano (LE)
Scuola Media C. Antonaci – Martano (LE)
Diagnosi energetica del palazzo comunale e della scuola media del comune di Martano (LE)

L’attività ha riguardato principalmente la redazione della DIAGNOSI ENERGETICA per:

– il Palazzo comunale;

– la scuola media C. Antonaci

del comune di Martano (LE). La diagnosi energetica ha visto una prima fase di raccolta dati con sopralluoghi e interviste in campo, la modellazione degli edifici con software certificato, l’elaborazione di un piano di interventi volti ad individuare e quantificare le opportunità di risparmio energetico sotto il profilo costi benefici. Ad esempio sono stati proposti interventi che riguardano l’isolamento termico delle murature, l’installazione di impianti per la climatizzazione degli edifici ad alte prestazioni e l’installazione di impianti fotovoltaici in grado di ridurre la quantità di energia elettrica prelevata dalla rete.

Categorie :
Servizi per la gestione dell'energia
IUS_OPTI_MA
IUS_OPTI_MA
IUS_OPTI_MA

Svolgiamo attività di ricerca come quella per il processo IUS_OPTI_MA, ovvero la più completa piattaforma ICT che supporta l’approccio integrato al Sistema Idrico Urbano coordinando la conduzione e la telegestione dell’impianto depurativo municipale con quello della rete fognaria che lo alimenta. L’obiettivo del processo IUS_OPTI_MA è quello di ottenere un impianto che operi sempre alla massima efficienza consentita dalla configurazione adottata nella progettazione, minimizzando i consumi di energia e dei reagenti necessari all’abbattimento delle sostanze nocive, rispettando i parametri normativi per il rilascio delle acque. Con il processo IUS_OPTI_MA si propone l’ottimizzazione della gestione con tecnologie evolute e la sostenibilità energetica ed ambientale dei cicli basate sull’adozione di:

– Piattaforma DCS sul controllo di processo;

– inserimento di sistemi per la riduzione dell’energia elettrica consumata in impianto.

Categorie :
Attività di ricerca industriale
URL : View Project
Terlizzi
Terlizzi
Terlizzi
Terlizzi
Opere di mitigazione idraulica e idrogeologica della Lama Bonasiere

Nel servizio “Opere di mitigazione idraulica ed idrogeologica della Lama Bonasiere” è stata eseguita la perimetrazione delle aree inondate (“flooded areas”) per le aree oggetto di intervento.

Lo studio è stato eseguito in conformità al DPCM del 29 09 1998 come citato nel documento “Relazione di Piano – Piano di Bacino Stralcio Assetto Idrogeologico (PAI)” redatto da Autorità di Bacino Puglia in cui si sono analizzate le seguenti aree soggette ad esondazione:

– AP (alta probabilità) Tr 30 anni;

– MP (media probabilità) Tr 200 anni;

– BP (bassa probabilità) Tr 500 anni.

Al fine di effettuare una perimetrazione con un algoritmo di calcolo monodimensionale, i risultati ottenuti sono stati quelli relativi alle altezze idriche e alla velocità nella direzione dell’asta fluviale.

A partire da questi grandezze è stato possibile costruire il contorno delle aree allagate con l’estensione sul territorio del livello di superficie liquida calcolata che andrà a intersecare le isoipse, rappresentanti il terreno.  La linea costituita dai punti di intersezione rappresenta il contorno delle aree esondate.

A seguito della nuova perimetrazione stimata sulla base delle considerazioni idrologico idrauliche condotte eseguita per eventi di piena Tr 30 e 200 anni, che definisce le variazioni di perimetrazione delle aree a rischio di esondazione proposte dall’Autorità di Bacino (PAI) per gli stessi eventi di piena, si è ottenuto un decremento delle aree inondate pari a:

– 15.7 ha per la fascia Tr 30 (AP);

– 15.5 ha per la fascia Tr 200 (MP).

Ciò è possibile notarlo nelle figure in cui la perimetrazione delle aree allagabili (AP, MP) dedotte nello studio è riportata in colore magenta e la perimetrazione AdB (oggetto di modifica – riperimetrazione) in colore blu.

Categorie :
SIA, PMA, Analisi idrologiche e di compatibilità idraulica
Prolungamento condotta sottomarina Bari Ovest
Prolungamento condotta sottomarina Bari Ovest
Prolungamento condotta sottomarina Bari Ovest
Prolungamento condotta sottomarina Bari Ovest
Realizzazione del prolungamento della condotta sottomarina e recapito finale degli impianti di depurazione di Bari Ovest e Bitonto

Lo studio di impatto ambientale sul prolungamento della condotta sottomarina a servizio dei depuratori di Bari Ovest e Bitonto è stato condotto con il supporto di uno studio modellistico tridimensionale di dispersione degli effluenti in mare sviluppato da DHI. L’approccio di tale studio è a scenari dinamici e realistici che hanno permesso di analizzare in maniera realistica l’evoluzione spazio-temporale degli effluenti residui presenti nel refluo in diverse condizioni idrodinamiche ed in diverse situazioni di concentrazione degli effluenti nelle acque di scarico.

La metodologia di studio utilizzata ha consentito di risolvere l’idrodinamica costiera partendo dal largo attraverso l’annidamento di un modello di circolazione di dettaglio all’interno di un modello a scala di bacino del Mar Mediterraneo, dal quale il modello ad alta risoluzione ha acquisito le condizioni iniziali e le condizioni al contorno necessarie per risolvere in forma numerica le equazioni che governano l’evoluzione di correnti, temperatura e salinità nel tempo e nello spazio. I dati di larga scala sono stati desunti invece dal MFS (Mediterranean Forecasting System), sistema operativo di previsione marina disponibile nell’ambito del servizio europeo CMEMS (Copernicus Marine Environment Monitoring Service) che fornisce in modalità operativa i campi di corrente, temperatura, salinità ed elevazione della superficie libera del mare sull’intero dominio del bacino Mediterraneo.

La conoscenza della circolazione generale di macro-scala dell’area in questione operata sui dati del modello MFS ha permesso di individuare le necessarie dimensioni del dominio del modello di dettaglio ad alta risoluzione, nonché il suo esatto posizionamento. In particolare il dominio è stato scelto in modo da includere le principali caratteristiche della circolazione locale dal punto di vista idrodinamico, prima fra tutte la WACC (Western Adriatic Coastal Current, Artegiani et al., 1997a e 1997b), una corrente che scorre lungo tutta la costa occidentale del mar Adriatico, parallelamente a costa e da essa staccata di qualche chilometro. In questo modo si sono potuti includere gli effetti della WACC e della circolazione a scala di bacino del Mar Mediterraneo, ottenendo un sensibile beneficio nelle simulazioni della circolazione costiera.

Categorie :
SIA, PMA, Analisi idrologiche e di compatibilità idraulica
Potenziamento ed estendimento della rete idrica di Lecce
Potenziamento ed estendimento della rete idrica di Lecce
Potenziamento ed estendimento della rete idrica di Lecce
Potenziamento ed estendimento della rete idrica di Lecce
Potenziamento ed estendimento della rete idrica di Lecce
Potenziamento ed estendimento della rete idrica di Lecce
Potenziamento ed estendimento della rete idrica di Lecce
Potenziamento ed estendimento della rete idrica di Lecce
Progettazione esecutiva per il “Potenziamento ed estendimento della rete idrica di Lecce”

Lo scopo principale dell’intervento è stato quello di risolvere le numerose problematiche legate alla distribuzione idrica, ed ha inteso dare una risposta alle esigenze dell’abitato in termini di adeguamento (potenziamento ed estendimento) della rete in modo da ottimizzare la distribuzione del campo delle pressioni e portate nel comune di Lecce. Infatti nel comune di Lecce le pressioni insufficienti erano dovute, più che all’inadeguata capacità delle condotte a soddisfare le richieste idriche delle utenze, alla mancanza di volumi di compenso per i picchi di richiesta nelle ore di massimo consumo. Ciò ha suggerito di migliorare l’adduzione e la localizzazione dei punti di immissione nella rete urbana, ottimizzare la gestione del serbatoio di Galugnano intesa come sfruttamento della capacità di laminazione per rispondere alla domanda urbana e consentire l’alimentazione sino al 50% del fabbisogno di punta.

Al fine di raggiungere l’obiettivo di aumentare le portate e le pressioni, così come valutate nei possibili scenari di funzionamento analizzati, è stata posata una nuova condotta in Ghisa (di vari diametri) e si è realizzato il collegamento con la condotta esistente in acciaio DN 1000 in corrispondenza dell’ODU ubicato in via vecchia Merine (NODO A). Si è poi proseguito lungo la S.P. n. 1 per Vernole (tratto A – B), via Caduti di Nassirya, tratto sterrato facente parte del Comparto 28 del PRG, via Lodi (tratto B – C), via Aldo Moro (tratto C – D) e via Roma (tratto D– E – F).

In tal modo si sono realizzati tre punti di alimentazione della rete esistente:

– (NODO A);

– (NODO I);

– (NODO H);

e un punto di alimentazione della marina di San Cataldo:

– (NODO L).

Lungo i tratti di rete di nuova realizzazione sono stati installati scarichi e sfiati della condotta, all’interno di pozzetti in cls prefabbricato.

Categorie :
Servizi di ingegneria e assistenza tecnica
Depuratore di Oria
Depuratore di Oria
Depuratore di Oria
Depuratore di Oria
Depuratore di Oria
Depuratore di Oria
Progettazione esecutiva relativa ai lavori di potenziamento dell’impianto di depurazione di Oria (BR)

Le opere hanno riguardato la realizzazione di nuove strutture in c.a. e carpenterie metalliche:

– Vasca in c.a. di ampliamento bacino di equalizzazione;

– Vasca in c.a. di ampliamento bacino di denitrificazione;

– Vasca in c.a. di ampliamento bacino di stabilizzazione aerobica fanghi;

– Letti di essiccamento in c.a.;

– Basamento in c.a. per l’impianto trattamento aria;

– Copertura metallica per impianti di ispessimento;

– Pozzetto in c.a. per impianto di sollevamento finale;

– Canale in c.a. di debatterizzazione a raggi UV;

– Locale gruppi elettrogeni.

È stata inoltre prevista la copertura delle due vasche di equalizzazione, della stazione di grigliatura, del dissabbiatore e dei relativi canali di carico e scarico mediante pannelli in alluminio autoportanti.

Categorie :
Servizi di ingegneria e assistenza tecnica
Canale “Infocaciucci”
Canale “Infocaciucci”
Interventi di mitigazione del rischio idraulico lungo il canale “Infocaciucci”

L’area interessata dal progetto generale è situata per la sua totalità del Comune di San Pietro Vernotico e in particolare per il 1° lotto riguarda il tratto del Canale Infocaciucci a partire dal ponte di via Torchiarolo fino ad una sezione del Canale immediatamente a valle del depuratore comunale.

L’area interessata dal 2° Lotto riguarda il tratto del Canale Infocaciucci a sud del ponte di via Torchiarolo, i due cavalcavia su Via Torchiarolo e sulla SP84 e i lavori di deviazione della fognatura.

Lo scopo del progetto è stato quello di realizzare delle opere strutturali volte a garantire l’eliminazione della pericolosità idraulica del tratto del Canale Infocaciucci in corrispondenza del vecchio e nuovo cimitero tramite l’incremento della capacità di trasporto e contenimento dell’alveo.

Gli interventi strutturali (ancora in corso) prevedono:

– ricalibratura dell’alveo ossia l’ampliamento della sezione che comporta la riduzione della velocità e quindi delle perdite di carico con conseguente riduzione della quota liquida nella zona da proteggere;

– verifica ed adeguamento degli argini;

– adeguamento attraversamenti.

 

In particolare, gli interventi sono così localizzati:

– adeguamento dei ponti di via Torchiarolo e strada Circonvallazione al fine di generare adeguate luci di passaggio (3 luci da 8 m) ed evitare il funzionamento in pressione dei ponti;

– deviazione della fognatura nera esistente lungo il canale.

Categorie :
Servizi di ingegneria e assistenza tecnica
Videoispezioni
Videoispezioni
Videoispezioni
Videoispezioni
Attività di videoispezione per consorzio ASI di Lecce

Attività di videoispezione per rilievo di collettori di fognatura nera finalizzata alla ricerca perdite e ostruzioni nell’agglomerato industriale di Lecce-Surbo.

 
La videoispezione permette di individuare i difetti, le rotture o allacci abusivi lungo le reti di fognatura per la raccolta reflui urbani, le tubazioni di scarico o le reti di drenaggio pluviale. Attraverso una telecamera digitale vengono trasmesse in tempo reale le immagini ad un dispositivo in grado di processare le informazioni acquisite.

Questa tecnica ha tempi di intervento molto rapidi e permette di individuare in maniera precisa le ostruzioni o i punti di perdita e consente di ridurre i tempi e i costi per la manutenzione. La tecnologia impiegata dalla nostra azienda consente di operate all’esterno della infrastruttura analizzata eliminando i rischi legati agli abbienti confinati per gli operatori. Personale specializzato e costantemente formato all’uso di questa tecnologia, segue con precisione e accuratezza tutte le fasi della ispezione.

Categorie :
Ricerca e ispezione di perdite idriche e fognarie
Servizi di ingegnerizzazione
Servizi di ingegnerizzazione
Servizi di ingegnerizzazione
Servizi di ingegnerizzazione
Servizi di ingegnerizzazione
Servizi di ingegnerizzazione
Ingegnerizzazione delle reti idriche per AQP S.p.A.

Servizi di ingegnerizzazione delle reti idriche di distribuzione urbana e lavori di manutenzione straordinaria e infrastrutturazione delle reti funzionali al miglioramento della gestione del servizio di distribuzione idrica e concorrenti alla riduzione delle perdite

Categorie :
Ricerca e ispezione di perdite idriche e fognarie
Rilievo
Rilievo
Rilievo
Rilievo
Attività di rilievo su campo

Svolgiamo costantemente attività di rilievo tramite l’utilizzo di strumentazione avanzata e adeguata. Ci occupiamo della georeferenziazione dei dati territoriali e dell’acquisizione, registrazione, analisi, visualizzazione e restituzione di informazioni attraverso sistemi GIS. Inoltre svolgiamo anche attività di implementazione di geodatabase per la gestione e memorizzazione dei dati spaziali.

Categorie :
Rilievi e implementazione di GIS e Geodatabase
Rete idrica
Rete idrica
Rete fognaria
Rete fognaria
Rete idrica e fognaria di Porto Cesareo

Verifica progetto-P9110-progetto esecutivo di completamento della rete fognaria e idrica a servizio dell’area urbana di Porto Cesareo e della località La Strea.

La verifica del progetto ai fini della validazione ha riguardato il progetto esecutivo in merito alla realizzazione della rete idrica e della rete fognaria a Porto Cesareo.

L’intervento di ampliamento e completamento della rete idrica consisteva nella realizzazione di circa 7.951 m di nuovi tronchi in ghisa sferoidale di DN 100 posati ad una profondità media da piano stradale di circa 1,3 m.

Per quanto riguarda la rete fognaria, gli interventi riguardavano tutto il territorio comunale, suddiviso in sostanza in quattro macro aree dell’intero agglomerato area urbana di Porto Cesareo, rispettivamente Torre Lapillo, Torre Castiglione e Punta Prosciutto a Nord-Ovest e La Strea a Sud-Est del centro urbano, caratterizzate da una carente copertura infrastrutturale. Il lotto funzionale di rete fognante in progetto ha interessato l’abitato di Porto Cesareo e la località limitrofa della Strea.

Categorie :
Verifica dei progetti ai fini della validazione
enterra2
enterra2
enterra1
enterra1
enterra_gruppo-di-sollevamento
enterra_gruppo-di-sollevamento
enterra_finale
enterra_finale
enterra4
enterra4
enterra5
enterra5
enterra7
enterra7
Centrale a Biomasse Enterra S.p.A

Direzione Lavori, misura e contabilità, Coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dei “Lavori di costruzione della Centrale a Biomasse ENTERRA della potenza elettrica di 13 MW”

 

Categorie :
Progettazione, Direzione Lavori, CSP/CSE, Collaudi
Latiano
Latiano
Latiano
Latiano
Comune di Latiano, mitigazione del rischio idraulico

Progettazione definitiva, esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed in fase di esecuzione, direzione lavori, misure e contabilità per “mitigazione del rischio idraulico nel territorio di Latiano”. Area Vasta Provincia di Brindisi

L’intervento ha riguardato la realizzazione di una vasca di laminazione e di opere annesse per la mitigazione del rischio idraulico nel territorio del Comune di Latiano. La problematica che è stata affrontata ha riguardato il tratto terminale del sistema di drenaggio urbano costituito dal Canale Patro che aveva un livello di scorrimento posto ad una quota leggermente inferiore rispetto al Canale Reale (recapito finale), il quale si presentava troppo spesso con tiranti incompatibili con la sezione terminale del sistema di drenaggio comunale e comportava una sezione completamente rigurgitata. Ciò provocava una diminuzione della efficacia di smaltimento del tratto terminale del canale Patro che mandava in sofferenza l’intero abitato.

L’obiettivo dell’intervento è stato quello di realizzare una vasca di laminazione delle portate provenienti dal canale Patro verso il Canale Reale in grado di accogliere le acque che altrimenti non avrebbero potuto scaricarsi per effetto del tirante di valle troppo alto.

 

L’intervento è consistito nella realizzazione di:

– Sistema di trattamento delle acque meteoriche (grigliatura/dissabbiatura) costituito da un manufatto in cls, dotato a monte di grigliatura, lateralmente di uno scaricatore e a valle di una valvola a clapet;

– Scaricatore laterale costituito da una soglia sfiorante con altezza del petto pari ad 1m che permette all’acqua di sfiorare verso la vasca in progetto;

– Scivolo in cls (lato soglia) di raccordo tra sfioratore e fondo ingresso vasca;

– Manufatto di dissipazione dell’energia in corrispondenza dell’attacco dello scivolo con fondo vasca;

– Vasca a cielo aperto, avente una superficie di 2570 mq e volume utile di circa 5756 mc;

– Due condotte di troppo pieno DN 1000 in PRFV;

– Manufatto di rilascio nel Canale Reale in cui confluiscono le due condotte di troppo pieno. Lo scarico di queste ultime è presidiato da clapet.

Categorie :
Progettazione, Direzione Lavori, CSP/CSE, Collaudi